Menu

Apple, programmatrice di soli 9 anni crea un’app per iPad e iPhone

Si chiama Anvitha Vijay ed è la bambina prodigio del colosso tecnologico Apple, divenuta famosa in tutto il mondo per le sue straordinarie abilità di programmazione. La piccola ha soltanto nove anni, è di origini indiane ma vive a Melbourne ed ha la passione per l’informatica da due anni quando, a soli sette anni, ha imparato a programmare seguendo i video tutorial su Youtube.

Anvitha ora è la prima bambina al mondo ad aver creato un’applicazione per Ipad e Iphone. Grazie alle sue competenze base ha dato vita a Smartckins Animals, un’applicazione creata per aiutare i bambini di tutto il mondo nell’apprendimento sugli animali.

La bambina prodigio ora fa parte del Worldwide Developer Conference, l’evento annuale di Apple che ospita i creatori di Applicazioni per iOS più talentuosi, la piccola ha girato per gli stand con mamma e papà, parlando con gli altri sviluppatori. “Voglio condividere con gli altri bambini e ragazzi quant’è eccitante lanciare la propria creazione. Tutto il difficile non sembra più così difficile quando scarichi la tua applicazione e cominci ad usarla. È una bellissima sensazione” ha detto Anvitha, aggiungendo di aver utilizzato il codice Swift, introdotto nel 2014, per creare la sua app: “Mi è piaciuto Swift e ho deciso di utilizzarlo per programmare. A volte era difficile, programmare è impegnativo ma ho continuato lo stesso. È stata una grande sfida ma sono contenta di non aver mollato”.

Il CEO di Apple, Tim Cook è rimasto colpito dal talento della programmatrice prodigio al punto di annunciare l’arrivo, in contemporanea con iOS 10, di un’applicazione per iPad con lo scopo di insegnare ai bambini a programmare con Swift, dal nome Swift Playground. Anvitha nel frattempo sta già ultimando la sua seconda applicazione dal nome GoalsHi, volta ad aiutare gli studenti a migliorare la propria preparazione scolastica.

Redazione
La redazione di eVideogame si occupa di contenuti riguardanti la tecnologia, console e videogames.

No comments

Lascia un commento