Menu

Partnership tra Xiaomi e Microsoft

L’ormai noto marchio cinese di dispositivi hi-tech che punta ai mercati occidentali, Xiaomi ha deciso di acquistare circa 1.500 brevetti dal colosso Microsoft, iniziando così una collaborazione a lungo termine.

Lo ha annunciato la stessa casa da Pechino, dove è in visita il CEO di Microsoft Satya Nadella. Non sono stati resi noti ulteriori dettagli circa i termini finanziari dell’intesa, ma è certo che l’azienda cinese abbia intenzione di aggiungere ai suoi prodotti i pacchetti Office e Skype, entrambi di proprietà del colosso di Redmond.

Il vero obiettivo di questa nuova partnership è, con ogni probabilità, la volontà di conquistare il mercato occidentale da parte di Xiaomi, in un momento di grande stagnazione nel settore della telefonia in Cina. Soprannominata “la Apple della Cina” a causa della somiglianza dei suoi prodotti a quelli del colosso di Cupertino, Xiaomi è riuscita a scalare le classifiche globali delle vendite di smartphone piazzandosi tra i primi cinque costruttori mondiali nell’arco di pochissimi anni.

Attualmente, però, anche l’azienda sta risentendo del grande stop alle vendite di dispositivi mobili in Cina, perdendo importanti quote in un settore sempre più saturo di tecnologia, passando dal 13 al 12% di market share nel primo trimestre, con vendite in calo del 9% su base annua.

No comments

Lascia un commento