Hot News

Consiglio dei ministri: attesa per milleproroghe e sottosegretari

legge milleproroghe

Ora non sono più “voci”: è stato convocato il Consiglio dei Ministri ed ora nel mondo del gioco ed in quello dei casino online gratis c’è un po’ di tensione in attesa delle nomine, come già anticipato, dei sottosegretari ed, ovviamente, per quello che riguarda colui che avrà la delega al gioco. Gli operatori del settore guardano con estrema attenzione quello che succederà, naturalmente, e sperano che il “prescelto” sarà sempre Pier Paolo Baretta, poiché nelle sue mani era già stato affidata la “mediazione” con le Regioni e gli Enti Locali per arrivare all’accordo per la riforma e la ridistribuzione dell’offerta del prodotto gioco.

Quindi, a Palazzo Chigi è arrivata l’ora della verità per quanto riguarda il completamento del team del neo Governo Gentiloni. Il Consiglio dei Ministri è stato convocato anche se, come accade sufficientemente spesso, l’ordine del giorno non è stato ancora pubblicato, ma pare che le “voci di corridoio” dicano che vi sarà l’ufficializzazione delle nomine dei vice ministri e dei sottosegretari. Pare certo che si riuscirà ad “accontentare” i desiderata del mondo del gioco con la conferma di Pier Paolo Baretta a sottosegretario all’Economia con delega al gioco.

Un punto interrogativo riguarda Enrico Zanetti, vice ministro dell’Economia del Governo Renzi che non è certo della riconferma,, anche se questa possibilità, dopo un primo tentennamento, sta andando verso la soluzione indirizzata ancora a suo nome. Continua il “toto ministri” con la probabile soluzione all’insegna della continuità anche per il Mipaaf con la conferma di Maurizio Martina e la strada dovrebbe essere spianata anche per il sottosegretario con la delega all’ippica Giuseppe Castiglione.
La situazione meno chiara si riferisce al Viminale e dopo l’addio di Alfano non è assolutamente sicuro che Giampiero Bocci sia riconfermato all’incarico di sottosegretario con delega alla vigilanza sulle Case da Gioco. Questo sarebbe un duro colpo per quel comparto che qualche piccolo passo in avanti con Bocci l’aveva effettuato ed, in caso di mancata rinomina, si dovrebbe ricominciare tutto da capo con altro personaggio. Ed il segmento delle Case da Gioco e dei casino online non avrebbe bisogno di ulteriori lungaggini, ma di scelte e decisioni quasi nell’immediato se non si vogliono vedere a rischio le attività dei nostri casinò tricolore.

A parte le nomine dei vice-ministri e dei sottosegretari, però, questo Consiglio sarà di estrema importanza perché tratterà anche dell’approvazione del “decretone Milleproroghe” di fine anno. E questo sarà un “decretone” ancora più corposo di quelli che sono stati sinora varati e che dovrà essere convertito in legge entro sessanta giorni. L’intenzione, e quello che gli operatori dell’industria del gioco sperano, è di inserirvi buona parte di quelle disposizioni che si voleva introdurre nella Legge di Stabilità 2017 e che la fine del Governo Renzi ha impedito.
Per il settore ludico, però, la maggior parte delle disposizioni che si voleva introdurre in Stabilità non erano propriamente delle “proroghe”: era la “caduta in stand by” dei lavori della Conferenza Unificata tra Stato, Regioni ed Enti Locali. Questa era la cosa più importante, poiché dall’esito degli accordi in corso di definizione dipendevano, poi, a cascata tutti gli altri provvedimenti inerenti il mondo del gioco d’azzardo pubblico. Nel testo si dovrebbe trovare inserito solo la “proroga” del debutto delle Awp da remoto, correggendo un errore inserito nella scrittura della Legge di Stabilità 2016 mentre le altre disposizioni, si teme, che dovranno attendere altri provvedimenti successivi che dovrebbero “uscire” entro la metà del prossimo mese di gennaio 2017.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

The Latest

eVideogame.it portale di Notizie dal mondo dei giochi e della tecnologia

Copyright © 2017 Nomi, loghi e proprietà citate sono proprietà dei rispettivi marchi.

To Top