Menu

Finestre al grafene per produrre energia, innovazione made in Italy

Una scoperta made in Italy: un team  di ricercatori dell’Istituto italiano di tecnologia in collaborazione con l’Università di Tor Vergata di Roma, ha trovato il modo di trasformare le finestre in generatori di energia, capaci di produrre elettricità grazie a speciali pannelli solari al grafene, tramite una tecnologia semitrasparente a basso costo che si applica su superfici esposte alla luce, le quali diventano capaci di produrre energia pulita dalla radiazione solare senza filtrarla, come previsto nel processo dei pannelli fotovoltaici.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nanoscale, ha creato nuovo materiale basato sulla tecnologia Dssc (Dye-sensitized solar cell). Gli scienziati, guidati da Francesco Bonaccorso e Aldo Di Carlo, hanno in pratica sostituito il grafene al platino come elemento primario della cella fotovoltaica, migliorando le prestazioni energetiche e abbassando sensibilmente i costi.

“Ulteriori miglioramenti sono già in arrivo,stiamo sviluppando un modulo fotovoltaico costruito ad hoc per il grafene che sarà semitrasparente e più economico delle tecnologie attualmente in commercio. La forza del nostro lavoro è la semplicità con cui il grafene in forma di inchiostro (da “spruzzare” sui pannelli) può inserirsi in contesti industriali già esistenti, senza significativi investimenti in macchine o infrastrutture”, ha spiegato Bonaccorso.

Il grafene è composto da una sottilissima rete di atomi di carbonio, ottimo per sviluppare applicazioni, al punto aver convinto ll’Europa a investire un miliardo di euro per il programma Graphene Flagship.

Questa nuovissima tecnologia verrà presentata nel corso della prossima edizione dell’evento Tecnology Hub in programma a Fiera Milano City dal 7 al 9 giugno 2016.

No comments

Lascia un commento