Menu

Vittima di una rapina riconosce i malviventi su Facebook, arrestati

Torino. Pochi giorni fa, in corso Grosseto, un ragazzo di 21 anni è stato rapinato da tre persone, le quali gli hanno puntato un coltello alla pancia e gli hanno sottratto portafoglio e cellulare. Il ragazzo, qualche giorno dopo, ha riconosciuto su Facebook i suoi aggressori e lo ha segnalato alle forze dell’ordine. Così due gemelli, anche loro di 21 anni, assieme a un loro amico di 31 anni, sono stati arrestati dalla polizia perché ritenuti autori dell’aggressione.

I due gemelli avevano un volto familiare per la vittima della rapina ed è stato dopo aver cercato in vari profili di Facebook, tra amici e amici degli amici, che il giovane è riuscito a riconoscere e a far arrestare i due fratelli e il loro complice. Era stato quest’ultimo a puntargli un coltello allo stomaco per derubarlo. Gli agenti delle Volanti, sotto il comando di Luigi Mitola, hanno verificato la segnalazione del ragazzo ed hanno proceduto agli arresti per rapina pluriaggravata: sono i gemelli Andrea e Fabio Valentino e Vito Di Dia.

Uno dei gemelli ha poi confessato e fornito le indicazioni necessarie per recuperare il contenuto del portafoglio che era stato gettato in via Sospello, mentre lo smartphone è stato venduto in cambio di tre dosi di cocaina. Sempre uno dei due fratelli ha precedenti per reati contro la persona, mentre il complice, oltre a numerosi precedenti per reati contro la persona e per detenzione di armi, ha in corso un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ed il divieto di lasciare la propria abitazione durante le ore notturne.

No comments

Lascia un commento