Menu

Android o Apple iOS, una piccola guida alla scelta

Le “sfide” fra sistemi operativi sono vecchie ormai di decenni, Windows o Apple? La stessa diatriba si è rinnovata con l’avvento di Smartphone e  Tablet. I sostenitori di Android o iPhone affilano le armi, con le motivazioni più disparate, ognuno tira acqua al proprio  mulino.

L’obbiettivo di questo articolo non è quello di prendere parte alla contesa, ma analizzare pregi e difetti dei due s.o. e lasciare all’utente finale la scelta in base alle proprie          esigenze.

Entrambi gli OS sono eccellenti e diciamola tutta staccano di parecchie lunghezze Windows Phone.

Come si presentano e facilità di utilizzo

Se cercate semplicità, eleganza e minimalismo estetico Iphone è da preferire, Android ha un aspetto più da “smanettoni”. Anche dal punto di vista dell’utilizzo entrambi hanno due   filosofie molto diverse fra di loro.

Apple ha delle sequenze molto lineari per spostarsi da un menù all’altro, il suo utilizzatore è abituato ad una certa schematicità di utilizzo, la via di accesso è una, possiamo solo migliorare la velocità di esecuzione della singola azione.

Android invece permette di arrivare al vostro obbiettivo percorrendo strade diverse e quindi il suo utilizzatore tende a personalizzare il proprio operato. Di contro Apple è più immediato per chi si avvicina per la prima volta al mondo di questi dispositivi,  l’altra faccia della medaglia è che certe azioni sono limitate e parliamoci chiaramente fastidiose. Android ha una curva di apprendimento molto più lunga ma un utilizzo che successivamente risulta più funzionale e personalizzato.

La schermata principale

Lo screen dell’ iPhone nella sue ultime versione ha introdotto una gestione delle cartelle    migliorata e più ordinata, ne hanno fatto le spese le personalizzazioni che rimangono ancora ridotte.

Quello di Android permette un livello un livello di personalizzazione molto ampio, si        possono utilizzare schermi multipli, sfondi di vario tipo che reagiscono al nostro tocco e      molti widget interattivi. Tutto questo porta spesso ad avere molta confusione sullo schermo a discapito dell’utilizzabilità.

Le App.

Qui Apple la fa da padrona in quanto il suo app store è online da più anni ed ha un           innumerevole numero di applicazioni disponibili per il download. La qualità inoltre è molto più alta della controparte in quanto molti software sono indubbiamente più professionali, basti pensare a quelli dedicati alla musica e all’interazione con gli strumenti musicali.

Android ha innumerevoli app “self made” che sono poco utilizzabili e che fanno perdere    molto tempo per poterle confrontare fra di loro, molte inoltre sono infestate da fastidiosa pubblicità

Nella fase di disinstallazione la mela vince ancora, basta una pressione prolungata per veder sparire il software non più desiderato.

Un altro punto a favore della tastiera virtuale dei dispositivi della casa di Cupertino che ha uno zoom molto più pratico.guida-ios-android

Multitasking

Solo a partire da  iOS 4 è stata implementata tale funzionalità,  il s.o su kernel Linux è nato già così; nonostante questa  implementazione sia più recente, sul dispositivo avversario il   Multitasking ha una maggiore stabilità.

Fotocamera

Qui storicamente Android è un passo avanti e tale rimane con la nuova versione; filtri e     software di ritocco sono inarrivabili, stessa cosa per le qualità delle lenti.

Tirando le somme entrambi hanno punti a proprio favore, la scelta deve essere fatta in base all’utilizzo che l’acquirente deve fare con lo smartphone e perché no in base al cuore, cosa batte nel vostro petto? Una mela o  un simpatico robot verde?

scritto: S.C.Campione

Redazione
La redazione di eVideogame si occupa di contenuti riguardanti la tecnologia, console e videogames.

No comments

Lascia un commento