Menu

Samsung, attacco hacker dalla Cina per LoopPay

Arriva dall’estremo oriente, dalla Cina, l’attacco hacker alla società LoopPay e, di conseguenza, alla famosa casa sudcoreana Samsung.

Tutti preoccupati, anzi preoccupatissimi. Infatti, questo gruppo di cinesi informatici, denominato Codoso Group, che non si sa bene cosa significhi, ha sferrato l’attacco alla società LoopPay, che si occupa di pagamenti tramite smartphone ed è stata recentemente acquistata proprio per il servizio Samsung Pay.

A pubblicare la notizia è stato inizialmente il New York Times, ma la conferma ufficiale è arrivata subito dopo dalla Samsung.

Ovviamente la preoccupazione maggiore della casa coreana è stata quella di rassicurare l’utenza che utilizza il sistema di pagamento, in ordine alla sicurezza dei dati.

In questo senso, il colosso orientale ha affermato recisamente che nessuna informazione concernente i pagamenti degli utenti è a rischio. Affermazione rassicurante, ma non troppo, a dire il vero.

L’attacco stesso, peraltro, sarebbe avvenuto addirittura sette mesi fa, ma sarebbe stato scoperto solo ad agosto.

Per cui, in realtà, qualche preoccupazione rimane. LoopPay è stata acquistata da Samsung a febbraio scorso per la cifra di 250 milioni di dollari.

Il sistema consente di fare delle transazioni senza utilizzare la carta di credito o similari. Inizialmente il servizio è stato usato quasi esclusivamente in Corea del Sud, poi, a settembre, è diventato attivo negli Usa.

Giornalista e content writer, appassionata di politica e cronaca, ama anche il panorama tech e mobile.

No comments

Lascia un commento